Rapconti illustrati

05-Rapconti Illustrati

Rapconti illustrati

Murubutu

Sedici le canzoni illustrate – La collina dei pioppi, Anna e Marzio, I marinai tornano tardi, Mara e il maestrale, La notte di San Lorenzo, Nyx, Franz e Milena, Wordsworth, La vita dopo la notte, La notte di San Bartolomeo, La stella e il marinaio, Ancora buonanotte, L’uomo senza sonno, Le notti bianche, Le invasioni barbariche e Grecale -, alcune sviluppate in lunghe strisce a fumetti, altre condensate in poche o addirittura in un’unica, significativa, vignetta.

Autore

Murubutu, pseudonimo di Alessio Mariani (Reggio Emilia, 27 luglio 1975), è un rapper e cantautore italiano. È fondatore e voce del collettivo reggiano La Kattiveria. La sua musica, definita «rap di ispirazione letteraria» o «letteraturap», contraddistingue Murubutu da tutti gli altri rapper italiani rendendolo unico nel suo genere poiché unisce l’hip hop con la letteratura, la storia e la filosofia, creando delle storie metaforiche complicate

Recensioni

Adesso è arrivato il momento di partecipare al nostro gioco. Se hai letto il libro, qui sotto potrai scrivere la tua recensione.

La recensione potrà essere letta solo da te e dagli amministratori del sito, per questo motivo non vedrai le recensioni dei tuoi compagni.

Buon lavoro!

28 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Lulu Xiang
3 mesi fa

Ad essere sincera, il motivo per cui ho scelto il libro all’inizio era solo perché mi piacevano le sue illustrazioni. Non mi piace leggere. Preferisco guardare i libri con le immagini. Mi è capitato di incontrare questo libro. La maggior parte dei fatti e sentimenti sono espressi in immagini, mi piace particolarmente questo metodo perché induce chi non ama leggere a continuare a esplorare la storia e fa sentire protagonisti della vicenda. Se ci sono solo parole, puoi fare affidamento solo sull’immaginazione della scena o sentimento del testo, ma guardando le illustrazioni è tutto diverso. Ciò che le parole non possono esprimere, le illustrazioni lo possono raccontare all’estremo. Non c’è molto da dire su questo libro lo consiglierei a tutte le persone in qualsiasi età e genere, è un libro da leggere in qualsiasi momento.

Giulia Basile
2 mesi fa

Il libro Murubutu è stata una lettura davvero interessante. Parto dal presupposto che oramai si dà per scontato che i libri illustrati siano destinati ad un pubblico di bambini. Questo libro è la prova che l’affermazione precedente è errata, perché il libro narra di temi molto importanti e altrettanto belli. Le illustrazioni possono essere una guida per quello che l’autore vuole comunicare tramite le piccole storie presenti nel libro. Inoltre sono anche molto carine e ben disegnate. Queste narrazioni sono frutto di un rapper ossia l’autore del libro. Ho trovato originale questo suo modo di proporre la musica attraverso storie di persone comuni con molte cose da raccontare. Comporre musica su questi temi anche difficili talvolta, l’ ho trovato molto nobile e coraggioso. È un libro molto scorrevole ma non da sottovalutare, perché seguendo i racconti con molto interesse ci si immerge in quello che il libro vuole trasmettere, in modo da poter guardare con occhi differenti i libri e la lettura. Per chi non ama leggere questo libro può essere lo stimolo per poi provare altri generi e storie. Ho scelto di leggere Murubutu per osservare direttamente questo genere che non leggo affatto, e posso confermare che la lettura è stata piacevole.

Alessandro Folloni
2 mesi fa

Un libro che parla con i disegni

il libro Rapconti illustrati è molto carino, scorrevole e ci fa capire bene le storie che si trovano nei vari racconti perché per ognuna di esse ci sono delle immagini/disegni molto suggestivi che ci fanno capire ancora meglio di cosa si parlerà nella storia. Inoltre per ogni racconto anche se alcuni sono molto brevi c’è una canzone a riguardo. Il libro è singolare nella sua bellezza per questi fatti che ho elencato.

Una cosa principale in questo libro sono le canzoni, secondo me sono il fulcro perché sono le più facili da capire e invoglia anche le persone a leggere il libro e a capirlo meglio.

Il racconto che mi è piaciuto di più è: I marinai tornano tardi è molto carina e la canzone la descrive perfettamente. Parla di questa coppia che non si vede quasi mai perché il lavoro del marito è quello del marinaio quindi deve stare molto tempo lontano da casa, la moglie invece sta a casa e aspetta sempre che lui torni guardando il mare ma un giorno non vede più tornare suo marito da troppo tempo.

In tutti questi racconti lo scrittore dà importanza agli elementi naturali come l’acqua la terra il sole i campi… ma ci sono anche molte tematiche le principali secondo me sono la Solitudine, lontananza, Separazione, l’amore…

La solitudine e la separazione si può ritrovare nel racconto i marinai tornano tardi. Cioè la solitudine della donna che aspetta che il marito torni per cercare di stare insieme a lui il più possibile.

La lontananza, l’amore e la separazione si può ritrovare sempre nel racconti i marinai tornano tardi ma anche in Anna e Marzio cioè la lontananza tra i due innamorati a causa di questa barriera (perché Marzio è prigione) che li separa.

In questo libro ci sono anche dei commenti scritti dall’autore stesso, il commento iniziale è :il mio intento è dipingere ed erigere con le parole mondi così credibili da essere abitabili. Solo così chi mi ascolta può immedesimarsi nelle storie di vita, capire i sentimenti degli altri e soprattutto i propri.

Questo commento è molto carino spiega perfettamente su cosa si basa il libro e spiega che in tutti questi racconti ci saranno dei disegni che ti faranno entrare nella storia stessa facendoti vivere il racconto.

Il commento finale è: non esiste realtà che sia all’altezza del sogno.

Questo commento vuol dire che nessuna cosa materiale che si trova sulla terra può essere così bella come un sogno.

Lapo Tozzoli
2 mesi fa

Il rap letterario:

Rapconti illustrati” di Murubutu

l mio intento è dipingere ed erigere con le parole mondi così credibili da essere abitabili. Solo così chi mi ascolta può immedesimarsi nelle storie di vita, capire i sentimenti degli altri e soprattutto i propri”.

Così inizia il libro e questa frase lo descrive appieno.

Sedici fantastici testi di canzoni scritte dal professore-rapper Murubutu, accompagnati da disegni che creano un’atmosfera unica. Tutti racconti bellissimi, ma quello che ho preferito è “la collina dei pioppi”.

La collina dei pioppi, ambientato nell’Italia dei primi anni ’40, racconta la storia d’amore di due ragazzi interrotta dall’inizio della guerra. Ciò che colpisce e da forza a questo racconto, a differenza degli altri, è l’uso dei colori nei disegni, colori invecchiati, come quelli delle vecchie foto ingiallite che ti catapultano subito in quegli anni.

*Amo la storia, soprattutto le due guerre mondiali, e per questo mi ha subito coinvolto. Un libro diverso dagli altri…… provare per credere*.

ali elmeligy
2 mesi fa

Il punto di partenza sono le canzoni di Murubutu che Anderle porta sulla pagina con uno stile multiforme e poetico. La tensione e il ritmo dello storytelling sono tutti per le parole, che scorrono fluide sulle pagine e si alternano, si incrociano e si fondono con le immagini. (Anderle è un scultore, pittore e illustratore) Le canzoni iniziano e finiscono con lo stesso sottofondo, un suggestivo frinire di cicale. La sua musica è stata definita “rap di ispirazione letteraria” o “letteraturap” proprio per il suo stile, unico e inimitabile, di miscelare il rap, la letteratura, la saggistica e la storia: una caratteristica che ha reso Murubutu, al secolo Alessio Mariani, uno dei più apprezzati e riconoscibili storyteller della scena rap italiana.

La canzone che mi ha ispirato di più è le Notti Bianche. Questo disco suona dal primo all’ultimo secondo.

A dirla tutta questa canzone mi ha commosso tanto, Le parole di danno un vero significato. Io a questa canzone li dare 7/10.

All’inizio quando si è letto il libro che è bello ho pensato che Murbutu lo faceva per vendere i suoi album ma quando senti tutte le canzoni capici che ti danno una risposta, un significato.

Parliamo delle immagini: sono fatte bene e son ben definiti e ti danno una impressione felice e il bello e che in un libro più immagini ci sono più iespira a leggerlo.

Questo libro e uno dei libri più significativo letto fino ad ora .

Davide Pascale
2 mesi fa

Recensione libro di Murubutu

Come dice il detto “mai giudicare un libro dalla sua copertina”.

Il titolo del libro è RAPconti illustrati.

L’autore del libro è Murubutu, un rapper e cantautore italiano di 45 anni.

Le pagine totali sono 164, esse non vengono, quasi mai segnate sul libro, infatti, l’indice è organizzato usando i Titoli dei 16 Racconti.

Non ha una vera e propria trama, poiché tratta dei brevi racconti illustrati scritti in rima.

Come detto prima, il libro è formato da un totale di 16 racconti, scritti seguendo il testo di alcune canzoni create da Murubutu. Tra tutti i racconti disponibili ce ne sono sei, che, secondo me sono i più importanti, poiché sono gli unici che superano le 15/20 pagine, gli altri 10 sono riassunti in circa 1/3 pagine ciascuna. Essi hanno un’intersezione, ovvero un piccolo testo scritto da Murubutu, ove scrive in uno di essi “notte, vento e mare, in realtà fanno solamente da sfondo al vero dominatore dei miei testi: la sofferenza umana”.

Alla lettura di questo libro, rimasi molto sorpreso, poiché ero molto titubante all’idea di dover leggere su un libro, dei testi di alcune canzoni, ma mi sbagliavo. Secondo me i racconti sono scritti con un linguaggio e disegnati, in modo da stuzzicare l’immaginazione e far partire una sorta di “film mentale”, facendo immedesimare il lettore ancor di più nella storia.

Io mi concentrerò sul racconto “La Collina Dei Pioppi”; perché proprio questo? Ho scelto questo in particolare, poiché è colorato con sfumature di un marroncino, in modo tale da far sembrare i disegni più “vecchi”, al contrario degli altri racconti che hanno dei colori pastello molti vivaci, come se volessero rievocare gli elementi, ad esempio “I Marinai Tornano Tardi” in cui sono usati principalmente colori freddi, come per rievocare il mare, in cui viaggiano i marinai stessi. La storia della collina dei pioppi s’incentra sulla storia di due giovani innamorati durante la seconda guerra mondiale. Lei una normale abitante di un villaggio, lui un Partigiano, proprio per questo sono costretti a incontrarsi in segreto, per arrivo delle truppe Tedesche. In questo testo i temi sono molti: l’amore, la speranza, la guerra, ma come detto prima, il più importante, che risalta di più, è la sofferenza umana del periodo, sotto forma di due giovani innamorati.

Reyber Rodriguez
2 mesi fa

Una storia che ti coinvolge,

RAPconti illustrati

RAPconti illustrati è uno dei primi libri di Alessio Mariani, in arte Murubutu, un cantautore e rapper italiano

Questo libro racchiude i testi delle canzoni più importanti del personaggio citato in precedenza, affiancati, ai testi delle canzoni, sono presenti dei disegni relativi ad essi, illustrati da Ernesto Anderle.

I racconti illustrati nel libro sono 16, alcune di esse vengono illustrate attraverso dei testi accompagnati da alcuni disegni, altre attraverso delle vignette.

Questo libro mi ha colpito parecchio e ha superato quelle che erano le mie aspettative iniziali su di esso, i testi delle canzoni sono coinvolgenti e allo stesso tempo interessanti come “I marinai tornano tardi” che affronta come tematica principale la vita dei marinai, ma ciò che rende coinvolgenti queste canzoni è il modo efficace in cui sono state usate le parole che permette al lettore di immedesimarsi all’ interno della storia, creandosi un suo personale film mentale, data anche la grande quantità di dettagli presenti in ogni racconto. Questo libro però non presenta solo i testi relativi alle canzoni del rapper, ma tali testi vengono accompagnati anche da alcune illustrazioni, il che rende la storia molto accattivante anche dal punto di vista visivo; altri testi delle canzoni invece, non sono illustrati attraverso un semplice testo, ma vengono mostrate al lettore sotto forma di fumetto, un esempio di canzone può essere “Anna e Marzio” una canzone che vede come tematica principale il carcere, basato su una storia vera, in cui ci sono due principali personaggi, Anna, una ragazza che soffre la solitudine successiva alla morte del suo compagno, con la paura di morire da sola e Marzio un prigioniero che sconta la sua pena dietro le sbarre immaginando il mondo al di fuori della prigione.

Questo libro, riesce a tenerti sulla lettura anche per molto tempo e le canzoni presenti all’ interno di esso, sono affascinanti sia dal punto di vista narrativo che storico, per il semplice fatto che, una delle principali caratteristiche delle canzoni di Murubutu, che lo contraddistingue dagli altri cantautori italiani, sono i tanti riferimenti storici e letterari presenti all’ interno dei testi delle sue canzoni.

  

pietro pizzo
2 mesi fa

Recensione

I sedici rapconti

RAPconti illustrati

Suddiviso in 16 racconti: La collina dei pioppi, Anna e Marzio,I marinai tornano tardi, Mara e il maestrale, La notte di San Lorenzo, Nyx, Franz e Milena, Wordsworth, La vita dopo la notte, La notte di San Bartolomeo, La stella e il marinaio, Ancora buonanotte, L’uomo senza sonno, Le notti bianche.

Recensione: del libro “Murubuto Rapconti” disegni illustrati da Ernesto Anderle.

Sono canzoni Rep di Murubuto che è lo pseudonimo di Alessio Mariani; un Rapper e cantautore italiano di Reggio Emilia, classe 1975.

La sua particolarità e quella, in un certo senso, di essere unico nel suo genere perchè c’è una fusione tra Hip Hop, letteratura, storia e filosofia, definita anche “Letteraturarap”, quindi le sue canzoni sono davvero originali.

Leggendo il libro ci si immerge completamente nelle storie, grazie anche agli splendidi fumetti di Ernesto Anderle; che accompagnano e illustrano ogni verso delle canzoni, con un effetto sorprendente.

Sono storie avolte anche un po’ crude, descrivono la sofferenza umana, aspetti dolorosi, di solitudine, amore e tristezza come ad esempio nella canzone “La collina dei pioppi”, ed anche nella suggestiva canzone: “Mara e il maestrale”…

Leggere questo libro è un’ occasione, una esperienza di crescita personale.

I suoi racconti o per meglio dire rapconti, sono storie descritte con un linguaggio che immerge il lettore nella realtà raccontata nelle sue canzoni.

lo consiglio vivamente anche come idea regalo anche per ragazzi.

Riccardo Di Caro
2 mesi fa

Un libro in cui figure e testo si uniscono

Il libro è composto da alcune canzoni di un repper di ispirazione letteraria (Murubutu) a cui vengono sommate alcune illustrazioni che, anche se all’apparenza insignificanti, assumono una grande importanza nella lettura del libro facendo comprendere agevolmente i significati dei racconti e spiegandone la trama.

Nella prima canzone per esempio, La collina dei pioppi, le illustrazioni prendono molto spazio diventando così importanti quasi quanto il testo stesso se non di più.

Durante i diversi racconti le tematiche principali vengono ripetute più volte creando trame diverse ma con significati simili

Le tematiche che prendono più importanza sono la solitudine (in molte canzoni viene introdotto dalla lontananza fra due persone) e l’amore che solitamente si collega alla tematica della solitudine dovuta alla lontananza.

Nell’ultima parte del libro in più sono stati aggiunte delle frasi e strofe prese da alcune canzoni, anche se in questo caso avrei preferito che l’autore desse più importanza a questi ultimi racconti creando, secondo me, più interesse nel lettore

Un libro con una idea di fondo interessante: usare delle canzoni (dei rapconti) per diffondere storie creative per poi unire tutto ciò a delle illustrazioni che si fondono perfettamente al testo e riempiono alcune lacune come seguire la trama o comprendere il significato di un racconto.

L’unico problema che secondo me un lettore può riscontrare è il fatto che per un lettore può essere difficile leggere in modo scorrevole un testo di una canzone anche se effettivamente sono canzoni vere e proprie; però avrei aggiunto un commento dell’autore stesso sul suo lavoro ,smorzando la lettura fra una canzone e l’altra.

Molto belle anche le due citazioni a inizio e fine libro ma soprattutto la seconda dal significato profondo e psicologico: non esiste realtà che sia all’altezza del sogno a cui io do questo significato:

In un sogno non esistono limiti, è il tuo mondo ,e sei tu a creare quella “realtà” e per quanto il mondo reale sia meraviglioso non potrà mai rispecchiare il sogno.

Gianmarco Moreno
2 mesi fa

Murubutu
6/02/2020
Casa editrice BeccoGiallo

L’autore del libro Murubutu (Alessio Mariani) narra una serie di racconti fatti da una persona che amava descrivere mondi con le parole mediante il rap, e con bellissimi disegni che invitano la immaginazione. La sua musica è stata definita “rap di ispirazione letteraria” o “letteraturap” proprio per il suo stile, unico e inimitabile, di miscelare il rap, la letteratura, la saggistica e la storia.

 

Ed è secondo me un libro molto interessante e anche se è difficile per me scegliere una sola storia. Quella che me ha colpito di più è la storia “della collina dei pioppi”. Perché mi ha colpito il fatto che anche se l’uomo è andato via perché doveva dare il suo contributo durante la guerra e sono passati molti anni la sua moglie non lo ha mai dimenticato e anche quando lui è tornato dimagrito a casa dopo anni di guerra la sua moglie lo amava cosi tanto come il primo giorno di fidanzamento.

Ginevra Paggetti
2 mesi fa

“mai giudicare un libro dalla copertina”; quando ho iniziato a leggerlo pensavo fosse banale, credevo che in 5 minuti l’avrei finito e che non mi avrebbe entusiasmato più di tanto… invece tutto il contrario, ho perfino ascoltato molte delle canzoni citate mentre leggevo i racconti ; inoltre le storie sono davvero magnifiche, quasi tutte drammatiche, ma molto poetiche, come  “mara e il maestrale”, che è stata la mia preferita; dopo averla letta e aver anche ascoltato la canzone in contemporanea alla lettura, sono arrivata al finale ed ho proprio detto fra me e me : “cavolo che bella!!”. Adoro i temi che ci sono nei racconti ,in particolare l’amore e trovo le frasi e le storie che Murubutu ha utilizzato per provare a descriverlo, molto azzeccate  e piene di significato.
infine c’è una frase, sulla quale ho riflettuto molto, e che mi sono anche appuntata, “non esiste realtà che resti all’altezza del sogno”: questa è l’inevitabile verità e,secondo me, è un po’ il riassunto di tutte le nostre vite, perché è proprio vero che tutti noi (soprattutto noi ragazzi) fantastichiamo continuamente su qualsiasi cosa.

Marco Cilli
2 mesi fa

Murubutu è un rapper, ma non è il tradizionale rapper arrabbiato, il rapper che usa lo slang giovanile e che tratta di tematiche sociali, lui vive in un mondo a parte.

Nella vita lavora come professore di storia e filosofia nei licei, e questo lo si può notare nei testi, infatti raccontano la storia; ci sono brani ambientanti durante la prima guerra mondiale, parla delle mondine.. apre delle finestre su mondi lasciando all’ascoltatore che si appassiona a queste storie emozionanti la curiosità di approfondire i vari temi che sono velati ad un pubblico giovane magari. sono storie delicate, poetiche, c’è in molti casi un finale dolce amaro, Non sono canzoni banali, i testi sono illustrati da Ernesto Anderle.

io personalmente conoscevo Murubutu, conoscevo giusto qualche canzone però, questo libro mi ha dato la possibilità di scoprirne di nuove e soprattutto riuscire a comprenderle, infatti il consiglio che mi sento di dare a tutti voi lettori vogliosi di intraprendere la lettura di questo splendido libro è: far partire la canzone dal cellulare o dal computer e nel contempo leggere il testo del libro che spesso e volentieri riporta le stesse parole delle canzoni del rapper. il libro, quindi Murubutu, è in grado di tirarti fuori delle emozioni fortissime durante l’ascolto. Soprattutto, almeno per me nella canzone: “Mara e il maestrale”, lascio a voi capire il perchè.

Alessandro Cipriano

“Dipingere con le parole il mondo”

Il libro mi è piaciuto per l’interpretazione moderna che ha saputo dare l’artista sulla stesura del suo lavoro, grazie anche alla collaborazione dell’illustratore Ernesto Anderle. Le storie raccontate affrontano temi che fanno pensare. Murubutu è un professore di storia e filosofia e nei suoi testi ci sono eventi storici che ti riportano indietro nel tempo e ti fanno capire come hanno vissuto i personaggi da lui descritti. Si capisce come hanno fatto a superare le loro paure attraverso un analisi personale. Ha voluto raccontare la vita con immagini poetiche dove erano presenti molti elementi naturali come ad esempio i fiori che ritroviamo nei ritornelli. La struttura è simile al fumetto anche se i personaggi non parlano mai in prima persona. Vicino alle immagini ci sono le didascalie con il testo della canzone. Immagini molto belle perché fanno comprendere pienamente il significato delle parole. Nella prima storia il colore delle illustrazioni è marrone antico per dare un senso del passato a ciò che si sta raccontando. Poi tutto il libro è molto colorato. Piano piano da tante immagini con didascalie, si passa a una immagine su una pagina e sull’altra il testo. Questo non l’ho apprezzato perché toglie movimento alla narrazione. Credo che l’artista sia riuscito pienamente nell’intento di dipingere con le parole mondi dove sono riuscito a immedesimarmi e capire i sentimenti che hanno provato i personaggi anche se sono lontani dal mio vissuto. Infine credo che il sogno e il ricordo siano sempre più belli della realtà perché vengono elaborati e rimane sempre la parte migliore di esso.

Flavio Casconi
2 mesi fa

Recensione RAPconti illustrati

Il libro che sto andando a recensire è intitolato RAPconti illustrati e questo nome deriva dal gioco di parole che si ottiene tramite la parola racconto e il genere musicale del cantante, il rap. 

L’autore del libro, Alessio Mariani, in arte Murubutu, è appunto un rapper e un cantautore Italiano di 46 anni di Reggio Emilia, che a differenza della maggior parte dei rapper si distingue per prendere spunto dalle opere letterarie per creare le sue canzoni. 

I fumetti e i disegni presenti nel libro sono stati progettati e creati da Ernesto Anderle e cambiano “stile” e colore per ogni canzone illustrata, mentre la casa editrice che l’ha prodotto si chiama BeccoGiallo. 

Le canzoni illustrate in questo libro sono La collina dei pioppi, Anna e Marzio, I marinai tornano tardi, Mara e il maestrale, La notte di san Lorenzo e Le notti bianche.

Gli elementi presenti maggiormente e che spiccano di più in queste canzoni sono l’aria, l’acqua, il vento, il mare, i fiori e i campi.

Le tematiche, ovvero le emozioni che trasmettono le canzoni, sono la solitudine, la lontananza, la separazione e la fantasia.

Gabriele Corrado
2 mesi fa

=Blocchetto=

Titolo RAPconti illustrati Autore Murubutu Pp 164 non segnate sul libro Costo 18.00€ Edizione BeccoGiallo

Questo libro è diverso dagli altri perché è diverso dagli altri libri, per esempio per ogni racconto c’è una canzone che parla proprio del racconto che stai leggendo. Ci sono anche tante illustrazioni che rappresentano il racconto con dei disegni in pastello o con il marrone anticato.

Poi ho notato che alcuni “RAPconti” sono testi a sfondo storico, per esempio, La collina dei pioppi che parla della resistenza.

Alcune delle tematiche più importanti sono la solitudine, lontananza e separazione. Poi le illustrazioni che ci sono nei racconti sono alcuni a sfondo storico e altri che ricordano gli elementi naturali.

Uno dei racconti che mi ha catturato l’attenzione è la collina dei pioppi che parla della resistenza e di due ragazzi che si innamorano e che il ragazzo di nome Dino entrò nella resistenza, e invece la ragazza di nome Laura lo aspettò, Passati tanti giorni moltissimi giorni tutti pensavano che Dino fosse morto ma Laura non ci credeva ed aspettò, le persone del paesino di Laura la prendevano per pazza ma Laura tenne fede e speranza.

Un giorno di Maggio tra gli alberi Laura vide un uomo era Dino, e la donna disse “il tempo è un pianto che non si recupera”.

Invece una delle illustrazioni che ho trovato molto interessanti è dove si trova la scritta “il mio intento è dipingere ed erigere con le parole mondi così credibili da essere abitabili” dove si vede una macchina da scrivere nel mare e mi ha fatto pensare che scrivere è come galleggiare sul mare ovvero rilassante.

Alex Sandica
2 mesi fa

“Rapconti illustrati” di Ernesto Anderle e Murubutu,pubblicato per la prima voltail 6 febbraio,è un fumetto che narra,in maniera letteraria,la sua musica e esprimendola pure attraverso l’uso delle immagini.

Il cantante Murubutu,inoltre,è considerato un rapper di ispirazione letteraria,proprio per il suo stile diverso dal mondo del rap.

Quasi ogni pagina del libro,contiene una sua canzone che è espressa tramite una piccola storia e con delle immagini riguardanti il significato della canzone.

A mia opinione,questo libro è abbasstanza bello perchè,mi piace il fatto che esprima le sue canzoni con una storia e accompagnate con delle immagini molto carine,ma non è proprio il mio genere di libro,ma nel complesso,l’idea mi è sembrata carina.

Una delle mia canzoni preferite del libro in questione è “Tenebra è la notte” perchè mi piace lo stile di musica con la chitarra e di sottofondo si possono sentire dei grilli,proprio per dare una sensazione di tranquillità.

Lo consiglio a tutti!

Kevin Malaj
1 mese fa

Recensione Murubutu
Murubutu è un rapper italiano in cui decide di descrivere le sue canzoni in un libro, in totale le canzoni sono 16 che vengono raccontate in 164 pagine, quindi un libro leggibile in cui si impiega poco tempo per leggerlo. Nel libro vengono utilizzate termini semplici e il libro è illustrato con le immagini in modo che le persone si immedesimano nella storia. A parere mio è un bel libro semplice e facile da leggere, mi è piaciuto il fatto che un cantante abbia deciso di descrivere la storia delle sue canzoni su un libro, in modo che le persone capissero il vero significato delle sue canzoni.

Pietro Bianchi
1 mese fa

Recensione del libro “Rapconti illustrati”

Blocchetto:

Titolo: Rapconti illustrati

Autore: Murubutu

Pagine: 164 (non segnate sul libro)

Costo: 18,00 €

Edizione: Beccogiallo

L’autore del libro è il rapper Murubutu, che si distingue dagli altri cantautori per la sua musica di ispirazione letteraria, il libro è costituito da sedici canzoni illustrate abbastanza brevi.

Le canzoni sono piene di significati ed abbastanza coinvolgenti, di solito i personaggi che vi rientrano sono avvolti nella tristezza e nella solitudine, sono molto malinconici e vivono quasi in un mondo dei sogni dove desiderano di passare il resto della loro vita con la persona che amano, altre canzoni invece raccontano di momenti felici che fanno pensare al lettore degli scenari favolosi.

Una delle mie canzoni preferite è stata “La notte di San Lorenzo”, mi ha fatto pensare ad una notte piena di colori e mi ha suscitato delle emozioni di tranquillità ed allegria, molto simile è stata la canzone “La collina dei Pioppi”, che a parere mio è stata scritta con parole molto semplici, infatti l’autore non ha utilizzato un lessico ricercato.

Il resto non è stato molto di mio gradimento, la maggior parte di queste opere non mi ha “inspirato”, quando le ho ascoltate non l’ho fatto con entusiasmo, anzi mi hanno quasi annoiato, facevano molto leva su emozioni tristi.

Questa esperienza è stata molto stravagante perché è la prima volta che leggo un libro di questo genere e mi ha parecchio stupito.

Mi è molto piaciuto il fatto che le canzoni erano illustrate attraverso immagini che descrivono nel dettaglio le canzoni, le emozioni dei personaggi e il paesaggio.

Artur Darie
1 mese fa

Recensione del libro di Murubuto

Autore: L’autore del libro è Alessio Mariani e nato in Italia nel 27 luglio 1975 a Reggio Emilia, è un raper italiano conosciuto come Murubuto che a scritto un libro.

Descrizione del libro: Il libro di Mururbuto si legge a fumetti con dei disegni belli le storie del libro sono le sue canzoni cantate, l’indice è organizzato usando i titoli dei 16 racconti, il libro non ha una trama perché sono diversi racconti. Le canzoni più importanti secondo me sono quelle più lunghe che sono 6. Ogni canzone e scritta in rima. A me questo libro mie piaciuto molto e lo consiglio.

lorenzo ferroni
28 giorni fa

RAP conti illustrati è un libro che  a me personalmente non è piaciuto perchè non è il mio genere, ma trovo ineressate il fatto che nel libro si trovavano dei testi di canzoni e questo ci permetteva di cercarli su youtube e sotto un certo punto di vista ci ha molto coinvolto e permetteva attraverso la musica di capire i sentimenti del protagonista, mi è piaciuto anche il fatto che i disegni hanno una rappresentazione metaforica e questo ci permette di interpretare a modo nostro le figure e le azioni disegnate, per il resto il libro si legge velocemente, e scorre molto bene, per le persone che li piace il cantante (Murubutu) è il libro che fa per loro

Niccoló Baluganti
28 giorni fa

Murutubu è un fumetto di canzoni disegnate, dove le canzoni vengono

rappresentate sulle pagine del libro (Ernesto Anderle ) , il libro scorre bene è facile

da leggere, le canzoni sono abbastanza carine sinceramente la cosa che mi piace di

più è la lettura del testo e il fatto che le pagine siano molto colorate, ci siano molte

immagini e sono abbastanza allegre. Le canzoni illustrate da Anderle sono 16: La

collina dei pioppi, Anna e Marzio, I marinai tornano tardi, Mara e il maestrale, La

notte di San Lorenzo, Nyx, Franz e Milena, Wordsworth, La vita dopo la notte, La

notte di San Bartolomeo, La stella e il marinaio, Ancora buonanotte, L’uomo senza

sonno, Le notti bianche, Le invasioni barbariche e Grecale -, alcune sviluppate in

lunghe strisce a fumetti, altre condensate in poche o addirittura in un’unica,

significativa vignetta, per un complesso di 150 pagine. Questo libro lo consiglio nel

caso in cui si conoscono le canzoni di Murutubu, perché le immagini e le illustrazioni

sono molto più profondi rispetto alle canzoni o al testo.

Alexandra Catalano
27 giorni fa

Il libro è stato scritto da Murubutu, un rapper e cantautore italiano di 45 anni e illustrato da Ernesto Anderle un artista proveniente dalla provincia di Trento.

Nel libro sono presenti 16 racconti sotto forma di testi musicali accompagnati da illustrazioni.

I testi delle canzoni sono pregni di significato eppure, non li ho compresi appieno, ad essere sincera alcuni versi sembravano confusi ciò mi ha portato a rileggere più volte. Lo stile delle illustrazioni non è stato di mio gusto, l’ho trovato un po’ bambinesco. I testi racchiudono bellissimi significati senza dubbio, ma andando avanti non hanno catturato il mio interesse. Uno dei racconti che mi è piaciuto di più (e che ho compreso) è il primo del libro ovvero “La collina dei Pioppi”.

Il racconto parla di due giovani innamorati durante la Seconda guerra mondiale; lui era un partigiano e lei un’abitante di un villaggio sono costretti ad incontrarsi di nascosto per via dell’arrivo delle truppe tedesche. A causa dei fascisti i loro incontri si fecero sempre meno frequenti fino al giorno in cui si separarono per poi rincontrarsi dopo un lungo lasso di tempo nel quale lui si trovò al campo di Buckenwald. Questo racconto mi ha suscitato un sentimento di nostalgia e ha toccato alcune corde sensibili in me. L’illustrazione di lui pelle e ossa mi ha fatto venire i brividi e il colore rende l’idea di “vecchi ricordi malinconici”. Ho trovato bellissimo che anche dopo tutto il tempo che la coppia ha passato separata l’uno dall’altra alla fine del racconto si riuniscano godendosi il tempo che era loro rimasto. È stato tenero, toccante leggere di un amore così forte. Inoltre ciò il racconto tratta di temi come l’amore, la guerra, la speranza e soprattutto la sofferenza che la guerra causa alle persone.

Lorenzo Tani
25 giorni fa

questo libro mi è piaciuto moltissimo, perché oltre alla scorrevolezza riesce portarti a indagare sui racconti.

personalmente il racconto che mi è piaciuto di più è stato “le notti bianche”, ci sono molteplici motivi per il quale proprio questo mi è piaciuti è stato il ritmo che prende il racconto e ancora più bello e sentirlo leggere da un’altra persona perché riesci meglio a capirlo e ad interpretarlo concentrandoti solo su quello che stai sentendo.

Un po’ mi ci rivedo nel racconto perché anch’io ci sono notti principalmente quando piove che riesco a prendermi un po’ di tempo per me e riesco a pensare moltissimo.

Pietro Pio Biggeri
24 giorni fa

Murubutu se lo guardi solo dalla copertina può sembrare un semplice fumetto ma in realtà è molto di più. Questo libro riesce a rappresentare al meglio grazie alla potenza delle immagini i racconti reppati dal cantante Alessio Mariani, che non sono semplici canzoni rap ma sono un’insieme di poesie con un forte significato dentro, poi io prima di leggere e visualizzare ogni canzone mi ascoltavo canzone di murubutu per capire al meglio il suo significato. Ora vorrei scrivere una citazione dal libro che mi ha colpito particolarmente e mi ha fatto pensare “Mi è capitato di visitare paesini arroccati dove è palpabile il fatto che negli anni non cambi nulla, ma che sia tutto perfetto già così. Il concetto che ho tentato di veicolare è quello di una vita dopo la morte laica. Il fatto che le persone continuano ad esistere, aleggino sui loro luoghi, se ne percepisca la presenza anche dopo la morte, senza coinvolgere un aldilà.”

Giulia Antonini
22 giorni fa

Un RAPconto, non ne conoscevo nemmeno l’esistenza prima di questo libro. “Murubuto” ha
abbattuto tutti i pregiudizi con cui ho iniziato a leggere le diverse storie che hanno finito sempre per
coinvolgermi nonostante non sia il mio genere. Storie prevalentemente d’amore ambientate in
diversi contesti storici e in diversi luoghi del mondo. Ernesto Anderle riesce a far coincidere il
mondo della musica di Murubutu e il mondo della scrittura, le sue canzoni senza melodia
sembrano poesie. Alcune volte mi è stato difficile comprenderle appieno, ma il suo modo di
scrivere è magnetico in qualche modo riesce sempre ad attirarti. “Palombaro di piombo negli abissi
dell’anima” è la frase che più mi è rimasta impressa. Ha molteplici significati, come tutto il resto del
libro, che è fatto per essere interpretato in diversi modi da diversi lettori.

mattia cacciari
21 giorni fa

Il libro scritto da Murubutu, autore e uno dei migliori storyteller del rap Italiano, mi è piaciuto anche se non è uno dei miei generi preferiti e preferisco solitamente letture più impegnative. Solitamente non ascolto tanta musica italiana, ma le canzoni cui si riferiscono le bellissime illustrazioni di questo libro mi sono piaciute e credo che questo sia un libro da vivere, da guardare, da ascoltare più che un libro da leggere e basta. Le illustrazioni sono fatte veramente bene e documentandomi ho scoperto che sono state realizzate da Ernesto Anderle, che riesce benissimo nel suo scopo di portarti con le immagini dentro la musica.

Lo consiglio a chi è un appassionato di questo genere musicale e a chi cerca un libro interessante ma non eccessivamente lungo e pesante.

Mattia Zotti
21 giorni fa

UN RAPPER UNICO

Murubutu è un racconto a fumetti che parla di un rapper di nome Murubutu e delle sue canzoni.

Il libro è veramente originale perchè prende le canzoni del repper e le trasforma in fumetti.

Inoltre i fumetti trattano di argomenti non usuali per un rapper in quanto sono storie ambientate in altri tempi, come la guerra oppure in luoghi che non ci si aspetta come la storia che parla del rapporto di lontananza fra una donna e un carcerato.

Quindi non è proprio il libro che ci aspettiamo perchè io quando penso al rap penso ad una musica arrabbiata, e a cantanti che si sfogano offendendo altre persone o cantanti e soprattutto, al giorno d’oggi.

Invece Murubutu tratta di temi impegnati e anche profondi.

Tommaso Soricaro
21 giorni fa

Murubutu in arte, all’anagrafe Alessio Mariani, è alla ricerca di queste storie per farci sentire meno soli, il suo libro RAPconti illustrati sono la vera essenza di ciò. Un libro stupendo con illustrazioni di una bellezza esagerata. I testi di Murubutu affiancati a questi straordinari disegni non potevano che creare qualcosa di meraviglioso. Una cosa che consiglio caldamente è ascoltare le canzoni mentre vengono lette le storie. La tensione e il ritmo dello storytelling sono tutti per le parole, che scorrono fluide sulle pagine e si alternano, si incrociano e si fondono con le immagini.

error: